fbpx

Radicchio Variegato di Castelfranco

Il Radicchio Variegato di Castelfranco, chiamato anche “Rosa di Castelfranco” o “Fiore che si mangia”, è uno dei prodotti tipici più nobili e caratteristici della Regione Veneto e, grazie anche alla sua bellezza, è considerato il principe dei radicchi bianchi.

La sua storia è strettamente legata a quella del Radicchio Rosso Tardivo di Treviso, infatti è  ottenuto dall’incrocio tra quest’ultimo e la scarola, un’insalata a cespo aperto.

Radicchio Variegato di Castelfranco

In particolare dalla scarola ha ereditato la caratteristica foglia larga  dal colore bianco crema, mentre dal Radicchio Rosso Tardivo di Treviso ha preso la colorazione intensa e brillante delle venature e la naturale predisposizione all’imbiancamento.

Il prodotto che si ottiene è un vero capolavoro, una delizia per il palato, dato che nello stesso tempo è sia tenero che croccante, sia dolce che leggermente amarognolo.

La tradizione locale lo preferisce soprattutto utilizzato a crudo, in un semplice insalata mista, ma nulla toglie che lo si possa utilizzare come ingrediente di altre gustose ricette, come zuppe, risotti e frittelle.

Radicchio Variegato di Castelfranco

L’importante è che la cottura sia veloce, così da salvaguardare le caratteristiche organolettiche. Il Radicchio Variegato di Castelfranco vanta il  marchio IGP dal 1996.

CONDIVIDI ARTICOLO

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmail

ARTICOLI CONSIGLIATI

PRODUZIONE VIDEO PROFESSIONALI - BY GRAMVISION FILM

Il nostro obiettivo è quello di realizzare un video su misura per voi, così da rispondere interamente alle vostre esigenze.