fbpx

Il Sestiere di San Polo e Santa Croce sono delimitati dal Canal Grande, sono tra i più piccoli dell’isola di Venezia ed entrambi prendono il nome da chiese presenti al loro interno.

Sestiere San Polo e Santa Croce

La storia racconta che i primi abitanti si insediarono su un gruppo di isolotti, e nel XI secolo, vi nacquero i primi mercati e il quartiere diventò col passare del tempo il cuore commerciale di Venezia.

Sestiere San Polo e Santa Croce

San Polo è ancora oggi uno dei sestieri più vivaci e caratteristici della città, infatti, tra le tante viuzze troviamo mercati all’aperto, negozietti, bacari, oltre ad essere anche il centro delle attività finanziarie della città.

Santa Croce, invece, è molto più simile all’entroterra veneziano, infatti collega l'isola con le sue calli alla terra ferma tramite il Ponte della Libertà.

Si tratta di una delle zone più tranquille della città, frequentata principalmente da veneziani e studenti universitari, un'area appartata che non presenta molte attrazioni e monumenti.

Questo sestiere è l'unico del centro storico ad avere una zona, seppur limitata, in cui è possibile circolare con le macchine e con i bus, ovvero il Piazzale Roma.

Sestiere San Polo e Santa Croce

Santa Croce si differenzia per le calli strette e i pochi campi presenti, ma contemporaneamente è l'unico ad unire l'antico con il moderno, grazie alle sue recenti costruzioni, come il Ponte della Libertà, la Stazione Marittima e il discusso Ponte di Calatrava.

CONDIVIDI ARTICOLO

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmail

PRODUZIONE VIDEO PROFESSIONALI - BY GRAMVISION FILM

Il nostro obiettivo è quello di realizzare un video su misura per voi, così da rispondere interamente alle vostre esigenze.

ARTICOLI CONSIGLIATI