fbpx

Asparago Bianco di Bassano

L’Asparago Bianco, una delizia dell’alto vicentino, è una delle eccellenze della regione Veneto, tipico soprattutto di Bassano del Grappa e dei comuni limitrofi.

In questa zona, lungo il corso del fiume Brenta, l’asparago ha trovato il suo territorio ideale, grazie al terreno sabbioso, poco calcareo e ben drenato. La sua particolarità sta nell’essere ancora un germoglio, infatti viene raccolto ancora quand’è sottoterra, completamente in assenza di luce, per evitare il  cambiamento di colore.

L’Asparago Bianco

L’asparago di Bassano ha il riconoscimento D.O.P. (Denominazione di Origine Protetta) e deve presentarsi di colore bianco-rosato, dal sapore dolce-amaro, dritto e intero, non devono essere assolutamente vuoti, spezzati o pelati.

L’Asparago Bianco

La leggenda racconta che sia stato Sant’Antonio da Padova a diffondere nel bassanese le conoscenze per la coltivazione dell’asparago infatti, la fine della stagione del raccolto, avviene tradizionalmente il 13 giugno, giorno della ricorrenza della morte del santo.

Altri riscontri provengono dalle cronache veneziane dove, già nel 1534. si registra l’acquisto degli asparagi bianchi per i banchetti dei dogi.

L’Asparago Bianco

Oggi è possibile comprali nei banchi degli ortolani dei vari mercati di Bassano del Grappa e dei comuni vicini nel periodo tra aprile e maggio, oppure degustandoli nelle numerose manifestazioni e feste che vengono organizzate nei ristoranti e nelle piazze del territorio. La tradizione vuole che si debbano mangiare in maniera semplice, con un veloce bollore nell’acqua e due uova sode.

CONDIVIDI ARTICOLO

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmail

ARTICOLI CONSIGLIATI

PRODUZIONE VIDEO PROFESSIONALI - BY GRAMVISION FILM

Il nostro obiettivo è quello di realizzare un video su misura per voi, così da rispondere interamente alle vostre esigenze.