fbpx

Escursione sul Monte Cengio

L’Escursione sul Monte Cengio è un’interessante percorso che si sviluppa tra gallerie e trincee realizzate durante gli aspi scontri della Prima Guerra Mondiale.

Un itinerario alla portata di chiunque, poco impegnativo e contemporaneamente spettacolare, in uno dei luoghi più significativi dell’Altopiano dei Sette Comuni, in provincia di Vicenza.

Non ci sono vere difficoltà, quindi non serve il set da ferrata, tuttavia può impressionare l’esposizione di alcuni tratti verticali; in ogni caso serve un minimo di prudenza e concentrazione, dato che la montagna non va trattata con superficialità.

Escursione sul Monte Cengio

Queste zone dall’alto valore storico, sono state teatro di tristi vicende e aspre battaglie nel corso della Prima Guerra Mondiale, avvenimenti che ancora oggi possiamo respirare passeggiando tra queste zone del Monte Cengio. Questa mulattiera di arroccamento consentiva di raggiungere la prima linea del conflitto, attraverso una strada sicura dal fuoco dall’artiglieria austriaca, realizzando così nel corso del tempo gallerie, camminamenti e trincee, su un percorso di circa quattro chilometri.

Nel 1916, ad un anno dall’inizio della Grande Guerra, l’esercito austriaco lanciò l’attacco Strafexpedition, agli alpini veneti e trentini sull’altopiano, col fine di invadere e conquistare la pianura padana. Il 28 maggio 1916 i fanti imperiali superarono le prime linee difensive italiane, arrivando così ad Asiago.

Escursione sul Monte Cengio

Il Generale Cadorna lo stesso giorno spedì sull’altopiano la Brigata Granatieri di Sardegna, con il compito di difendere l’ultimo baluardo prima della pianura, il monte Cengio. Il duro conflitto continuò per giorni, il generale Pennella al comando della brigata Granatieri di Sardegna riuscì a contrastare l’avanzamento, senza cannoni, con poche munizioni e con scarse riserve di acqua e viveri.

La brigata fu circondata il 3 giugno, soccombendo così all’assalto finale. La grande resistenza italiana e le numerose perdite inflitte all’esercito austriaco valsero comunque al fallimento della spedizione Strafexpedition. Degli oltre diecimila uomini arroccati sul monte Cengio, riuscirono a salvarsi in poco più di mille.

Escursione sul Monte Cengio

Punto di parenza per l’escursione sul Monte Cengio è il piazzale Principe di Piemonte, raggiungibile in macchina e dove è possibile trovare un ampio parcheggio per l’auto. Per affrontare al meglio e in sicurezza il percorso vi consigliamo di portarvi una pila, infatti all’interno delle gallerie è molto buio. Seguiamo il sentiero sterrato CAI 651, e dopo qualche minuto scoviamo la prima galleria, la Galleria Cannoniera, lunga 74 metri mantiene in perfetto stato le sue quattro postazioni per i cannoni.

Escursione sul Monte Cengio

Ritorniamo al sentiero, e iniziamo a salire di quota, arrivando così all’inizio della Strada Granatiera. Sopra la prima galleria, possiamo esplorare un sistema di camminamenti e trincee molto particolare, assolutamente da non perdere. Il percorso prosegue dolcemente, e merita di essere affrontato con la giusta calma, così da contemplare al meglio il paesaggio circostante e le numerose postazioni militari che hanno segnato queste terre.

Escursione sul Monte Cengio

Arrivati al Piazzale dei Granatieri, troviamo un altro parcheggio per l’auto e un bel rifugio di montagna, dove è possibile assaporare qualche piatto tipico della zona. Continuiamo la nostra camminata verso la cima del Monte Cengio, a 1.347 metri, attraverso una straordinaria galleria a forma elicoidale, fino al piazzale Pennella, da dove si apre un bellissimo panorama sulla valle d’Astico e sull’Altopiano dei Sette Comuni, un ponto strategico per i combattimenti.

Escursione sul Monte Cengio

Infine per il ritorno possiamo intraprendere la strada militare che porta da subito alla graziosa chiesetta intitolata ai Granatieri di Sardegna e in un secondo momento proseguire sino al punto di partenza, seguendo la strada asfaltata. L’escursione è adatta a chiunque, nonostante ciò la montagna va sempre rispettata e frequentata con serietà, ci sono molte guide disponibili ad accompagnarvi nel caso non vi sentite completamente sicuri.

Il percorso è sempre molto frequentato da gente a passeggio e anche da famiglie. Da prestare attenzione al ghiaccio che si forma durante i periodi più freddi. Vi consigliamo un’andatura tranquilla, per gustarvi il meraviglioso paesaggio che vi circonderà.

Info Escursione sul Monte Cengio

  • Partenza: Piazzale Principe di Piemonte (Cogollo del Cengio) 1.286 metri
  • Arrivo: Monte Cengio 1.347 metri
  • Durata: 1:30 – 2:00 h
  • Dislivello: 300 metri
  • Segnavia Numero: CAI 651
  • Difficoltà: Facile
  • Pranzo/Cena: Rifugio se aperto - Al Sacco
  • Adatta per: Escursionisti, Ragazzi Accompagnati, Cani (No Mountain Bike)
  • Note: Presenza di brevi tratti esposti, richiesto un passo sicuro.
  • Indicazioni partenza: Da Piovene Rocchetta Si sale il costo, direzione Asiago, prima di Tresche Conca, sulla sinistra c'è la trattoria ai granatieri, 20 metri prima, sempre sulla sinistra c'è una strada asfaltata con le indicazioni per il Monte Cengio, zona monumentale, si prosegue per 8km, fino al piazzale principe di piemonte.

CONDIVIDI ARTICOLO

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmail

ARTICOLI CONSIGLIATI

PRODUZIONE VIDEO PROFESSIONALI - BY GRAMVISION FILM

Il nostro obiettivo è quello di realizzare un video su misura per voi, così da rispondere interamente alle vostre esigenze.