fbpx

Prima di arrivare a Bardolino troviamo la una sua piccola frazione, Cisano, un caratteristico borgo di pescatori molto suggestivo e accogliente. Si trova sulle sponde del lago di Garda, incastonato tra le verdi colline e dalle fresche acque del famoso lago.

Cisano

Lungo le sue sponde, che consentono piacevoli passeggiate, possiamo scovare diverse spiagge di sabbia o ghiaia, tipiche della zona, o qualche piazzola d’erba per rilassarsi al sole nelle belle giornate estive.

Circondato da un territorio particolarmente adatto alla coltivazione dei vigneti e degli uliveti, Lazise è un punto di partenza ideale per scoprire le sue cantine e i suoi prodotti enogastronomici.

Cisano

Raggiungibili anche in bicicletta, o sfruttando gli innumerevoli percorsi ciclabili che troviamo a disposizione in queste zone. Nel piccolo centro abitato possiamo ammirare in piazza, la chiesa romanica della Natività di Maria Vergine, risalente al XIII secolo, ma rinnovata internamente tra il 1849 e il 1851, secondo le forme e il gusto neoclassico del tempo.

Lungo la riviera del lago di Garda, il paesaggio ordinato in terrazze custodisce e cura i suoi olivi secolari, da cui si ricava un olio extravergine DOP, dal colore giallo tendente al verde grazie all’alta concentrazione di clorofilla, che profuma di mandorle fresche e di erbe da campo, con un leggero fondo in lontananza di vaniglia.

Cisano

Per scoprire i segreti basta fermarsi al primo museo italiano dedicato all’olio, dell’oleificio di Cisano. Dove sono esposti numerosi strumenti antichi e in uso nei frantoi nel Settecento e nell’Ottocento, tra cui una gigantesca pressa a leva in legno di quercia e un frantoio azionato da una ruota idraulica perfettamente funzionante.

Un altro prodotto di eccellenza è il vino, che in queste zone produce e conserva ben cinque DOC, il Bardolino, il Custoza, il Laguna, il Valpolicella e il Soave, che vengono coltivati dalle sponde orientali del lago fino alle colline a est di Verona.

Cisano

Organizza subito il tuo viaggio al Lago di Garda e non perdere l’occasione di fermarti in questo incantevole borgo, con le sue verdi colline, i piatti tipici, il calore della sua gente e i suoi coloratissimi tramonti che ti resteranno per sempre nel cuore. Da non perdere la “Sagra dei Osei”, evento tradizionale che si svolge la prima settimana di settembre, in cui i ristoranti e le cucine delle associazioni propongono i rinomati piatti tipici locali.

CONDIVIDI ARTICOLO

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmail

ARTICOLI CONSIGLIATI

PRODUZIONE VIDEO PROFESSIONALI - BY GRAMVISION FILM

Il nostro obiettivo è quello di realizzare un video su misura per voi, così da rispondere interamente alle vostre esigenze.