fbpx

La tradizione dei cicchetti veneti, il cibo da strada più antico del mondo

di Maria Signori

Dove è nato il cibo da strada? Sicuramente in Veneto! Ora non per vantarci ma se, non esclusivamente in Veneto, di certo i cicchetti veneti rappresentano in un certo senso il cibo da strada più antico del mondo.

I cicchetti veneti possono essere definiti come dei piccoli bocconcini, degli assaggi da gustare in varie forme con una base di pane ricoperto da carne, pesce, verdure magari pastellate, mozzarella. Estesi in tutta la regione e conosciuti a livello internazionale, restano un simbolo della città di Venezia.

Storia dei cicchetti veneti

Il nome deriva dal latino ciccus ovvero piccola quantità ma non evoca solo cibo. Un cicchetto è infatti un piccolo antipastino, un finger food, accompagnato da “un’ombra” (bicchiere) di buon vino o prosecco.

Chiamati anche “spunciotti” i cicchetti raccontano la storia del Veneto e in particolare della Serenissima. A Venezia infatti era consuetudine tra i mercanti e commercianti sistemarsi al fresco, riparati dall’ombra del campanile di San Marco.

La Tradizione dei Cicchetti Veneti

Qui il vino era quindi pronto da gustare insieme a un pezzo di pane guarnito con pesce (sarde in saor o baccalà) verdure o mozzarella. I mercanti erano per definizione viaggiatori, conviviali e sempre pronti a vivere la città appieno.

Pare che il rito di metà mattina dello spuntino e al momento della conclusione degli affari nel tardo pomeriggio fosse immancabile. L’espressione veneta “andar per ombre” sembra legata proprio a questi particolari momenti.

La tradizione dei cicchetti veneti e dei bacari

La tradizione dei cicchetti veneti è legata a quella dei bacari, tipici locali veneziani dove si gustano questi antipastini, seguiti da altri piatti, innaffiati da del buon vino.

I bacari in origine erano i vinai che si sistemavano in piazza San Marco con i loro barili. Queste osteria da strada poi hanno preso forma in piccoli locali al chiuso che conservano ancora spesso l’arredamento con botti in legno.

La Tradizione dei Cicchetti Veneti

Si differenziano dalle osterie perché hanno pochi posti a sedere e sono molto intime e accoglienti, propongono questi bocconcini da mangiare senza posate e il rapporto qualità prezzo è molto buono.

I bacari di Venezia sono molto famosi e si organizzano anche tour tematici per scoprire questi luoghi di ritrovo che parlano attraverso il cibo e la tradizione della storia veneta e in particolare della Serenissima.

Quanti tipi di cicchetti esistono

Se volessimo dire quanti cicchetti ci sono dovremmo dire un numero infinito! I cicchetti vedono la sua espressione più classica a Venezia con il pane, la cipolla e le sarde in saor (sarde insaporite appunto dalla cipolla a fette e salata), ma sono moltissime le ricette che si preparano qui, a Padova e in tutto il Veneto.

Cicchetti mezzo uovo e acciuga, un altro classico della tradizione culinaria veneta.

Cicchetti a base di pesce: sarde, pesce azzurro, baccalà mantecato, folpetti (anche detti moscardini, piccoli polipetti bolliti)

Cicchetti a base di verdure, che possono essere accompagnate da salse, fritte o pastellate.

Cicchetti a base di carne, polpetta con mix di uova formaggio e carne macinata

Cicchetti a base di mozzarella in carrozza, filante e calda con ripieno croccante

E chi più a fantasia più gusti…

La Tradizione dei Cicchetti Veneti

Nella zona di Padova i cicchetti vengono chiamati Spuncioni. Il termine deriva da spunciare, come pizzicare con uno stuzzicadenti senza l’uso di forchetta e da qui la creazione di questi deliziosi assaggi. Anche qui la creatività spazia nei gusti e negli abbinamenti passando sempre per i grandi classici come la fortaja, una frittata con il salame.

Un vino per ogni cicchetto

Dimmi che cicchetto vuoi e ti dirò che vino bere insieme. Come abbiamo detto la condizione per cui tu stia veramente gustando un cicchetto è la presenza di un buon bicchiere di accompagnamento.

Il prosecco è sempre il primo in lista e vince per essere il più versatile. Gli esperti dicono che si dovrebbe scegliere il cicchetto in funzione del vino. Non vogliamo togliere il mestiere ai sommelier e non ci permetteremo mai ma ecco alcune semplici indicazioni di abbinamento:

Con pesce o pollo si abbina bene un prosecco o un bianco secco leggermente frizzante. Con prosciutto crudo rosato leggero e con salumi un rosato fresco o rosso giovane. Con verdurine sicuramente un bianco morbido.

La tradizione dei cicchetti veneti

Cicchetto coincide con l’ora dell’aperitivo quando ci si incontra con gli amici dopo il lavoro o prima di gustare una cena in convivialità nel weekend o in vacanza. In inglese si chiama “happy hour” che vuol dire ora felice! Bisogna dire che come definizione è perfetta.

Se ti capita quindi di passare dei momenti in Veneto o una breve vacanza prova la tradizione dei cicchetti per capire meglio la storia di questi luoghi e dell’Italia.

CONDIVIDI ARTICOLO

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmail

ARTICOLI CONSIGLIATI

 

 

CONDIVIDI ARTICOLO

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmail

Al giorno d’oggi la produzione di un video è il migliore metodo per comunicare un’idea, presentare la vostra azienda, immortalare la vostra giornata o semplicemente promuovere il vostro prodotto.

A seconda dello scopo del progetto, del settore e del target di riferimento, siamo in grado di fornire un servizio su misura, realizzando video in alta qualità.

INFO REGIONE VENETO

Naviga attraverso la Guida della Regione Veneto, potrai intraprendere nuove strade e scoprire nuove realtà. Grazie alle tante foto pubblicate, tutto risulterà molto semplice.

Ogni singolo scatto è frutto di una grande passione per questa terra e di migliaia di chilometri percorsi per realizzare tutto questo, con l’obiettivo di valorizzare e far conoscere questo incredibile territorio.

LE RUBRICHE