fbpx

Villa Piovene è un’importante e caratteristica villa della regione Vento, situata a pochi passi da Villa Godi Malinverni a Lonedo di Lugo, tra le colline dell’alto vicentino.

Villa Piovene

Questa straordinaria opera è una delle ville palladiane inserite dall’UNESCO nella lista dei Patrimoni dell’umanità nel 1996. Per raggiungerla si segue la strada che s’inerpica dal piccolo centro dell’abitato attraverso le verdi colline, e termina nell’elegante cancello, dal quale è possibile scorgere la graziosa costruzione.

Villa Piovene

Voluta da Battista Piovene, questa incredibile opera, simboleggia l’antica rivalità che da tempo contrapponeva i Piovene ai Godi, la parte centrale dell’edificio venne costruita a partire dal 1539 su progetto di Andrea Palladio. Fu solo in secondo momento, alla metà del Settecento che l’architetto Francesco Muttoni fece costruire le barchesse laterali, sistemare il giardino e realizzare la scala a doppia rampa che conduce alla loggia, la quale, s’innesta gradevolmente sulla struttura precedente.

Villa Piovene

Sfortunatamente l’interno della villa al momento non è visitabile, dato che l’anziana contessa Piovene Porto Godi l’ha eletta sua residenza stabile, è possibile comunque consolarsi con il magnifico parco ottocentesco e il giardino storico.

Villa Piovene e Villa Godi vennero costruite in una sorta di gara tra le due famiglie, che al tempo erano le più importanti della zona, tanto da dividersi terreni e affitti del comprensorio. Nonostante i numerosi tentativi per accordarsi, la famiglia Godi e la famiglia Piovene erano in continua disputa e le brevi tregue si basavano, in realtà, su fondamenta assai fragili, tanto che ben presto si arrivò al dramma.

Infatti, i loro accordi per gestire il complesso scambio di terre e affitti si spezzo quando Tomaso Piovene acquistò due segherie a ruota idraulica vicino al fiume Astico. Il proprietario avendo acquistato l’attività pretendeva il diritto di riscuotere le tasse che su essa gravavano, dall’altra parte il Godi si basava sull’accordo del 1533, che evidenziava a chi spettava il denaro.

Villa Piovene

Col passare del tempo la controversia anziché placarsi s’inasprì, e nel 1577 Orazio Godi irruppe nella vicina villa dei Piovene, con evidenti intenti omicidi. Dopo aver messo soqquadro gli appartamenti, riuscì a trovare Fabio Piovene chiuso dentro un armadio, e dopo averlo fatto uscire lo fece finire dai suoi bravi a colpi di pugnale.

Il rettore veneziano non tollerò una simile efferatezza, e giudicò che il conte Godi devesse essere catturato e giustiziato in Piazza dei Signori e i suoi beni confiscati. Per salvarsi, il conte, decise di scappare in esilio, passando così il resto della sua vita al servizio del duca di Savoia. Fu proprio questa esasperata brama di rivaleggiare che spinse i Piovene a commissionare alle stesse maestranze che avevano costruito villa Godi.

Info Villa Piovene

  • Località: Lugo di Vicenza
  • Indirizzo: via Andrea Palladio 51
  • Telefono: 347 7494424
  • Orari: dalle 14:30 alle 19:00

CONDIVIDI ARTICOLO

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmail

ARTICOLI CONSIGLIATI

PRODUZIONE VIDEO PROFESSIONALI - BY GRAMVISION FILM

Il nostro obiettivo è quello di realizzare un video su misura per voi, così da rispondere interamente alle vostre esigenze.