fbpx

Il Monte Ortigara è una montagna delle Alpi alta 2.105 metri, situata lungo il confine fra Veneto e Trentino-Alto Adige, nella parte settentrionale dell'Altopiano di Asiago. E’ famosa ed è ricordata, soprattutto, per la grande battaglia detta appunto battaglia del Monte Ortigara.

Monte Ortigara

Questo conflitto si incrementò dal 10 al 29 giugno 1917 tra l'esercito italiano e quello austro-ungarico, giorni in cui migliaia di alpini vennero travolti dalla furia continua del nemico, tanto da generare un catastrofe umana di proporzioni bibliche.

Il Monte Ortigara

Il periodo della Grande Guerra investì in pieno l’intero territorio, e la zona del Monte Ortigara diventò un altro grande obiettivo della spedizione punitiva austroungarica, chiamata dagli italiani Strafexpedition, combattuta tra il 15 maggio e il 27 giugno del 1916, e si trasformò in teatro di una sanguinosa battaglia che causò migliaia di vittime.

Il Monte Ortigara

Per non dimenticare i migliaia di caduti, in anni di aspri scontri, è stato costruito il Sacrario Militare di Asiago, che insieme al Sacrario Militare del Monte Grappa, al Sacrario del Pasubio e l’Ossario del Monte Cimone sono diventati il simbolo della provincia di Vicenza, come si ammirare nella bandiera vicentina.

«E poi, via per il vallone dell'Agnelizza colmo di morti, gli scheletri delle battaglie dell'anno passato, i cadaveri gonfi della battaglia di quest'anno che dura da quindici giorni. Ed un teschio sghignazza, lucido, accanto alla maschera livida di un morto di ieri.» queste le parole del capolavoro “Le scarpe al sole” di Paolo Monelli.

Oggi è meta di moltissimi visitatori, che arrivano alla cima seguendo un percorso, non molto complicato ma ricco di tracce di memorie, come le vecchie trincee, non solo visibili ma anche percorribili in lunghi tratti e il piccolo ossario costruito presso Cima Lozze.

Il Monte Ortigara

Inoltre, proprio presso Cima Lozze, la seconda domenica di luglio, si svolge proprio una cerimonia in ricordo di tutti i Caduti. Da sapere che la cima Ortigara prima della guerra era più alta di ben 8 metri, si è abbassata a causa degli intensi bombardamenti.

Un territorio unico, in uno scenario naturale d’incredibile bellezza, attraverso luoghi emozionanti e ricchi di storia, dove l’uomo si trova da sempre in armonia con la natura. Tra queste zone è possibile praticare anche sport invernali, infatti vengono creati collegamenti con le centinaia di piste per lo sci di fondo, per lo sci alpino e per le ciaspole, provenienti da Marcesina.

CONDIVIDI ARTICOLO

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmail

ARTICOLI CONSIGLIATI

PRODUZIONE VIDEO PROFESSIONALI - BY GRAMVISION FILM

Il nostro obiettivo è quello di realizzare un video su misura per voi, così da rispondere interamente alle vostre esigenze.