fbpx

Isola di Burano

In questo capitolo trattiamo una delle isole più colorate, vivaci e caratteristiche di tutta la laguna veneziana, l’Isola di Burano.

L’Isola di Burano è la più pittoresca isola della laguna veneziana grazie ai colori vivaci che caratterizzano le case dei pescatori. Visibile da lontano per via dell’alto campanile della sua chiesa, particolarmente inclinato, è una delle isole più popolate e accoglienti di tutta la laguna. Questa particolarità nasce per poter riconoscere, ritornando dal mare dopo la pesca, le proprie abitazioni anche da distante, ecco perché i pescatori colorarono le proprie case in modo così diverso le une dalle altre.

Oggi sono diventate l’attrazione principale che spinge moltissimi turisti provenienti da tutto il mondo per visitare questo fiabesco borgo italiano. L’isola di Murano si trova immersa nella laguna veneziana, circa un’ora di tragetto dal centro storico, vicino alla piccola isola di Mazzorbo e alla grande isola di Sant’Erasmo. Anche se i suoi abitanti vivevano soprattutto di pesca, per secoli Burano fu conosciuta a livello internazionale per la produzione dei merletti più belli d’Europa. Leggende narrano che l’arte del merletto si sia sviluppata in laguna, seguendo le tecniche della riparazione delle reti da pesca. Nonostante la profonda somiglianza tra le due tecniche, va detto che il merletto originariamente veniva eseguito dalle monache e dalle nobildonne.

 

I primi insediamenti risalgono al periodo romano, dove emersero piccoli centri abitati per rifugiarsi dalle invasioni barbariche, da parte degli Unni di Attila. I primi documenti attestano la presenza dell’uomo attorno all’anno 840, con accordi stipulati tra Venezia e il Sacro Roano Impero, e dove furono costruite le prime abitazioni fatte di palafitte realizzate con canne e fango. Grazie a un clima favorevole, abbastanza mite e parecchio ventilato, che manteneva lontano anche la malaria, il centro abitato riuscì a svilupparsi, innalzando case di mattoni.

Tra gli edifici più importanti oggi spicca la chiesa di San Martino, del XVI secolo, che custodisce l’unica opera d’arte importante dell’isola, La Crocefissione del 1725, capolavoro del giovane Gianbattista Tiepolo. Un altro luogo caratteristi tra le case dei pescatori sono i Tre Ponti, un incrocio di due canali che collega tre, tra i più colorati distretti dell’isola, come San Mauro, San Martino Sinistro e Via Giudecca.

◊ LE ISOLE DELLA LAGUNA VENEZIANA

Isole della Laguna Veneziana

In questo capitolo affrontiamo le meravigliose isole della laguna veneziana, cogliendo ogni loro aspetto più caratteristico e intimo.

Dalle attività sportive più facili a quelle più articolate!

Dai prodotti tipici del territorio alle ricette caratteristiche!

Il tempo ha trasformato, modellato e segnato questa terra!

Un territorio ricco di biodiversità e particolarmente fragile!

◊ LA PROVINCIA DI VENEZIA ◊

Racchiude un patrimonio artistico e culturale come poche altre zone al mondo, la sua laguna è stata la culla della civiltà locale e il suo litorale offre rinomate località balneari. La sua provincia, ricca di risorse, nasconde ville eleganti e graziosi borghi, anche se la pietra più preziosa e brillante è rappresentata dall’isola di Venezia, un’isola a forma di pesce, la quale sorregge la città più bella, romantica e misteriosa al mondo. E’  costruita su una serie di isolotti paludosi, è soggetta alle maree del mare Adriatico e a frequenti inondazioni e, nonostante ciò, continua sopravvivere a dispetto di tutti i pronostici.

 

Miglior prezzo garantito