fbpx

L’Orto Botanico Universitario di Padova è il più antico al mondo e continua ad esistere sui terreni un tempo appartenuti ai monaci benedettini.

L’Orto Botanico Universitario di Padova

L’Orto Botanico Universitario di Padova è il giardino più antico del mondo occidentale ed situato sui quei terreni un tempo appartenuti ai monaci benedettini; dal 1997, inoltre, è considerato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Neoregelia Princeps - Orto Botanico Universitario

Nato come “Giardino dei Semplici”, fu istituito dal Senato della Repubblica di Venezia nel 1545 per garantire la coltivazione di piante medicinali a scopo farmacologico e, nello stesso tempo, per essere utilizzato come campo di studi per gli studenti di medicina.

Orto Botanico Universitario

A quel tempo, infatti, regnava una grande incertezza sull’individuazione e sull’utilizzo delle piante da usare; di conseguenza gli errori medici erano molto frequenti e, con loro, anche i numerosi danni alla salute dei pazienti.

L’Orto Botanico Universitario ha sempre conservato una vasta gamma di piante vegetali particolarmente rare e, visto il prezzo assai elevato per acquistare i medicinali che da esse venivano ricavati, i furti notturni non erano certo rari, tanto che col tempo vennero istituite rigide pene. Oltre a procedere a livello istitutivo, si pensò di procedere anche alla costruzione di un muro di recinzione circolare ancora oggi ben visibile ai visitatori.

simboleggia il mondo

Nel disegno originale viene rappresentato da un grande cerchio centrale che simboleggia il mondo e delimitato da un anello d’acqua. Al suo interno troviamo un quadrato, suddiviso in quattro spazi uguali da viottoli ortogonali, tutti orientati verso le direttrici cardinali. Questa particolare struttura è, fin dai tempi antichi, una rappresentazione dell’universo e ricorda molto anche lo schema della città ideale del Rinascimento.

Orto Botanico Universitario

Nel corso dei secoli è rimasto al centro di una importante rete di relazioni internazionali, esercitando un ruolo determinate nell’ambiente della ricerca; proprio per questi motivi l’UNESCO lo riconosce come un bene culturale da conservare, in quanto costituisce una testimonianza eccezionale della tradizione culturale e la dimostrazione di uno scambio fondamentale nell’area delle scienze botaniche e delle piante medicinali.

L’orto è suddiviso in vari settori e più i curiosi sono sicuramente quelli vicino alla biblioteca, riservati alle piante velenose e insettivore. Il pezzo più fiabesco del giardino, invece, è sicuramente il Platano del 1680, alto fino a una quarantina di metri, con una meravigliosa chioma fitta e molto ombrosa.

Orto Botanico Universitario

Non di meno, comunque, sono una “magnolia sempreverde” del 1789, proveniente dalle regioni meridionali degli Stati Uniti, il “ginkgo” del 1750, le “palme di San Pietro” chiamate anche palme nane per le dimensioni ridotte, il “cedro sempreverde” originario della catena montuosa dell’Himalaya ed, infine, la metasequoia che si ritiene estinta nel Pliocene.

Info Orto Botanico di Padova

  • Località: Padova
  • Indirizzo: via Orto Botanico 15
  • Telefono: 049 8273939
  • Orari Apertura: Dalle 9:00 alle 18:00
  • Chiusura: Lunedì

CONDIVIDI ARTICOLO

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmail

ARTICOLI CONSIGLIATI

PRODUZIONE VIDEO PROFESSIONALI - BY GRAMVISION FILM

Il nostro obiettivo è quello di realizzare un video su misura per voi, così da rispondere interamente alle vostre esigenze.