fbpx

Il sontuoso Palazzo Chiericati, uno degli edifici simbolo del centro storico di Vicenza, è caratterizzato da un porticato dorico e da una grande scalinata, che valorizzano la costruzione e la inserisce assieme alle altre architetture della città, nelle opere patrimonio dell’umanità da tutelare.

Palazzo Chiericati

Il corso Andrea Palladio, uno dei principali della città, sbocca direttamente in piazza Matteotti, una delle più belle zone del centro storico di Vicenza, un’area assai estesa e tutta alberata. Imponente sulla destra compare Palazzo Chiericati, edificio rinascimentale realizzato come residenza per i conti Chiericati, che può essere considerato come uno dei più geniali e suggestivi edifici costruiti da Andrea Palladio, a cui si dedicò dal 1550 al 1557.

Palazzo Chiericati

Edificato proprio dove un tempo c’era il passaggio di due importanti corsi d’acqua per la città, il fiume Bacchiglione e il Retrone, che in quest’area avevano la loro confluenza, infatti veniva anche chiamata Piazza dell’Isola.

Il palazzo Chiericati è caratterizzato da un porticato dorico, sviluppato per tutta la larghezza della facciata, sopraelevato sul livello della piazza grazie ad un alto zoccolo e ad una gradinata centrale, che regge il piano superiore ionico. Quest’ultimo si presenta chiuso nel settore centrale e aperto ai lati in due spaziose e luminose logge.

Una soluzione particolarmente unica, una struttura con due ordino sovrapposti, e con un coronamento di statue così non si era ancora mai visto e tanto meno utilizzata per una residenza privata. Un palazzo spettacolare, che nel 1994 entra a far parte dei patrimoni dell’umanità dall’UNESCO, assieme alle altre architetture palladiane della città.

Palazzo Chiericati

Ciò che caratterizza quest’ edificio è il prevalere assoluto degli spazi vuoti sui pieni, caratteristica in grado di fornirgli un’eccezionale ariosità e luminosità e, allo stesso tempo, un aspetto possente e monumentale. Ciò che contraddistingue dalle altre residenze urbane rinascimentali sta nella capacità palladiana di inserirlo in un grande spazio aperto ai margini della città, affacciato dove un tempo scorreva un fiume, in un contesto che lo rende sia palazzo che villa.

Palazzo Chiericati

La Basilica Palladiana e il palazzo Chiericati rappresentano il passaggio definitivo dell’artista, alla sua piena maturità di linguaggio, dove gli stimoli provenienti dall’antico venivano assorbiti e rielaborati in una linea specificatamente palladiana.

Oggi Palazzo Chiericati ospita il museo e la pinacoteca civica, con un’ampia collezione di opere, dipinti, sculture e arti applicate, che svariano dal Duecento fino ai primi anni del 2000. Alcuni lasciti aristocratici hanno lasciato capolavori ottocenteschi alla pinacoteca, tra cui opere di Tintoretto, Giambattista Tiepolo, Canaletto, Paolo Veronese, Hans Memling, Pablo Picasso, Jacopo Bassano, Cima da Conegliano e tanti altri…

CONDIVIDI ARTICOLO

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmail

ARTICOLI CONSIGLIATI

PRODUZIONE VIDEO PROFESSIONALI - BY GRAMVISION FILM

Il nostro obiettivo è quello di realizzare un video su misura per voi, così da rispondere interamente alle vostre esigenze.