fbpx

Ponte di Rialto

In questo capitolo trattiamo una delle strutture più fotografate e ammirate al mondo, elegante e straordinario, il Ponte di Rialto.

Il Ponte di Rialto, il più antico e famoso di Venezia, è da sempre situato in una delle zone più affollate della città, in ogni momento della giornata, infatti, si vedono gruppi di persone attraversarlo, fotografarlo e frugare tra i negozi di souvenir adiacenti.  Insieme al ponte dell’Accademia, al ponte degli Scalzi e al ponte della Costituzione è uno dei quattro ponti che attraversano il Canal Grande. Facilmente raggiungibile da ogni angolo dell’isola, questa straordinaria costruzione si trova lungo la via principale che dalle Ferrovie porta a piazza San Marco, praticamente nel centro di Venezia.

Il Ponte di Rialto

Tutto iniziò nel 1172, sotto il dogato di Sebastiano Ziani, infatti in quel periodo si cercava una soluzione per unire le due rive del Canal Grande, e tra le ipotesi c’era quella di realizzare un ponte di barche. Qualche anno dopo venne creato una modesta versione, chiamato con il nome della moneta che serviva per attraversarlo, Quartarolo. Nel XIII secolo, quella precaria struttura venne sostituita da una di legno più stabile, che attraversava il canale sostenuta da pali.

Ponte di Rialto - di Vittore Carpaccio - 1496
Ponte di Rialto - di Vittore Carpaccio - 1496

Abbiamo un bel dipinto di Vittore Carpaccio, che nel 1496, mostra com’era il famoso ponte, una struttura dall’aria precaria e con la parte centrale mobile, in modo da far passare gli alberi delle imbarcazioni.

Qualche anno dopo, durante un grande evento, il ponte crollò sotto il peso della gente che era accorsa per assistere alla cerimonia nuziale della Marchese di Ferrara. Fu ricostruito poco dopo, con un’ossatura sempre di legno, e con la parte centrale movibile, sempre per consentire il passaggio delle imbarcazioni.

Ponte di Rialto - Jacopo de’ Barberi - 1500
Ponte di Rialto - Jacopo de’ Barberi - 1500

In questa circostanza l’impianto diventò parte integrante del mercato di Rivoalto, e col passare del tempo iniziarono anche ad aprire le prime botteghe, che grazie all’affitto pagato alla Tesoreria di Stato, questa poteva intervenire e fare manutenzione al ponte stesso. Di questa struttura troviamo traccia nella famosa mappa panoramica disegnata da Jacopo de’ Barberi nel 1500. Nel XVI secolo, quando ormai era parecchio mal ridotto, fu indetto un concorso per un nuovo ponte, stavolta in pietra, e con un’arcata sufficientemente alta per il passaggio del Bucintoro, la galea di stato dei dogi di Venezia.

Il Ponte di Rialto

Michelangelo, Palladio e Sansovino furono tra i concorrenti, ma dopo mesi la gara venne vinta dall’ingegnere veneziano Antonio da Ponte. Il ponte realizzato ha un’arcata di 28 metri, diviso in tre rampe con al centro 24 botteghe, e dopo una lunga scia di polemiche fu completato nel 1592, raggiungendo la cifra di 250.000 ducati. Il ponte di Rialto rimase fino al 1854, data della costruzione del ponte dell’Accademia, l’unico modo per attraversare il Canal Grande.

Il Ponte di Rialto

Poco lontano, all’estremità di Campo San Giacomo, vicino a una delle colonne del Sotoportego della Sicurtà, c’è una scaletta in pietra sorretta da una figura marmorea, il cosiddetto “Gobbo di Rialto”, scolpito da Pietro da Salò nel 1541. Da qui venivano proclamati gli annunci ufficiali al popolo, ma i veneziani lo usavano anche per denunciare abusi, negligenze e altre ingiustizie. Da notare inoltre le targhe di marmo che già secoli fa regolamentavano le dimensioni minime del pescato consentito a seconda delle varie specie.

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmail

◊ SESTIERE SAN POLO E SANTA CROCE

Sestiere San Polo e Santa Croce

Le più belle e affascinanti aree di Venezia, non perdetevi il Sestiere San Polo e Santa Croce.

◊ LA PROVINCIA DI VENEZIA ◊

Racchiude un patrimonio artistico e culturale come poche altre zone al mondo, la sua laguna è stata la culla della civiltà locale e il suo litorale offre rinomate località balneari. La sua provincia, ricca di risorse, nasconde ville eleganti e graziosi borghi, anche se la pietra più preziosa e brillante è rappresentata dall’isola di Venezia, un’isola a forma di pesce, la quale sorregge la città più bella, romantica e misteriosa al mondo. E’  costruita su una serie di isolotti paludosi, è soggetta alle maree del mare Adriatico e a frequenti inondazioni e, nonostante ciò, continua sopravvivere a dispetto di tutti i pronostici.

◊ CATEGORIE SPECIALI

La Regione Veneto, incastonata a nord-est dell’Italia, è un mix di storia e tradizioni ed, il tutto, è arricchito dalla vivacità dei suoi abitanti e da una vasta gamma di prodotti tipici tutti da assaporare. Dalle vette più alte delle Dolomiti abbraccia e accoglie con calore fraterno ogni visitatore, accomodandolo tra i tanti salotti delle sue città d’arte, regalandogli indimenticabili emozioni. Girando tra le pagine di questo sito, potrai organizzare le tue prossime vacanze nella regione Veneto e grazie alle tante foto pubblicate, tutto risulterà molto semplice.

◊ CATEGORIA SPORT ◊

In questo capitolo trattiamo lo Sport, cioè dalle attività sportive più facili per le famiglie a quelle più articolate e impegnative.

◊ CATEGORIA CUCINA

In questo capitolo trattiamo l’incredibile mondo della Cucina veneta, dai prodotti tipici del territorio alle ricette caratteristiche delle nostre mamme.

◊ CATEGORIA NATURA ◊

In questo capitolo trattiamo la Natura che ci circonda, un territorio ricco di biodiversità e particolarmente fragile, quindi assolutamente da rispettare.

◊ CATEGORIA STORIA ◊

In questo capitolo trattiamo la Storia che, nel corso del tempo, ha trasformato, modellato e segnato il territorio della regione Veneto

◊ CATEGORIA MY WAY ◊

In questo capitolo trattiamo My Way, una finestra utile per iniziare a progettare e a definire un simpatico weekend tra le meraviglie della regione Veneto