fbpx

L’Abbazia di Praglia, conosciuto all’epoca come “Pratalia”,  è un monastero benedettino situato nel comune di Teolo nella campagna padovana ai piedi del monte Lonzina, sui Colli Euganei.

L’Abbazia di Praglia - Un Monastero Benedettino

Questo antico monastero in stile tardo gotico fu fondato nel XI secolo dalla famiglia vicentina dei Maltraversi, per l’ordine dei benedettini.

L’Abbazia di Praglia

Dell’originale edificio medioevale, oggi, rimane soltanto la torre campanaria; ad ogni modo questo grande complesso abbaziale si suddivide in quattro particolari chiostri tutti comunicanti tra loro. Entrando troviamo il chiostro botanico, dove un tempo si coltivavano le piante medicinali, anche ora si presenta come un grazioso giardino.

L’Abbazia di Praglia

Il chiostro pensile, situato al primo piano e sostenuto da quattro grandi colonne, è circondato dalle stanze più rappresentative del monastero, come il refettorio, la sala capitolare, la loggetta belvedere, la biblioteca e la chiesa.

Il chiostro rustico, un tempo destinato al lavoro agricolo, oggi delimita lo spazio per l’ospitalità, una realtà molto importante per tutto l’ordine benedettino. Ultimo, ma non meno importane,  il chiostro doppio dove riposavano i monaci.

Un Monastero Benedettino

All’interno dell’Abbazia di Praglia  troviamo, inoltre, altri due ambienti suggestivi, ovvero: il monumentale Refettorio, con un magnifico arredo ligneo in noce e radica ed un vasto affresco della Crocifissione dipinto da Bartolomeo Montagna nel 1490 e  la Biblioteca Monumentale Nazionale, che  con i suoi 100.000 volumi rappresenta un luogo di conservazione e trasmissione della cultura, dove i monaci possono trovare tutto il necessario per la formazione teologica, spirituale e culturale.

L’Abbazia di Praglia

Infine  troviamo la chiesa, dedicata alla Beata Vergine Maria Assunta, che rappresenta il cuore di tutto il monastero e della vita comunitaria. L’edificio, edificato su disegno di Tullio Lombardo attorno al 1490-1550, si presenta a forma di croce latina a tre navate e conserva ancora moggi molte opere di pittori veneti dei secoli XVI – XVII.

CONDIVIDI ARTICOLO

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmail

ARTICOLI CONSIGLIATI

PRODUZIONE VIDEO PROFESSIONALI - BY GRAMVISION FILM

Il nostro obiettivo è quello di realizzare un video su misura per voi, così da rispondere interamente alle vostre esigenze.