fbpx

Villa Godi

In questo capitolo trattiamo uno dei capolavori dell’architetto Andra Palladio, situata tra le verdi colline a Lugo di Vicenza, Villa Godi.

Villa Godi Malinverni è una delle incantevoli ville della regione Veneto, situata tra le colline di Lonedo di Lugo, nell’alto vicentino. Imponente e fiabesca, questa straordinaria struttura è stata inserita nel Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1996 assieme alle altre ville palladiane. Sembra sia stata, una delle prime opere di Andrea Palladio, almeno da quanto riporta l’architetto veneto nel suo trattato “i Quattro Libri dell’Architettura” del 1570. I lavori iniziarono per volontà di Enrico Antonio Godi, che iniziò con la costruzione di una barchessa dorica nel cortile di sinistra, per poi lasciare i lavori, nel 1537, totalmente nella mani di Palladio.

Villa Godi - Le Ville Palladiane

La villa è chiaramente simmetrica, organizzata lungo un asse centrale costituito da loggia e un gran salone, nel quale si affacciano due appartamenti di quattro stanze ciascuno. Dal 1540 in poi vennero decorati gli interni grazie alle mani di Gualtiero Padovano che affrescò la loggia e l’ala destra dell’edificio. Questi affreschi, ancora ben conservati, sono così dettagliati tanto da farci capire come fossero diversi i paesaggi e l’ambiente circostante.

Villa Godi - Le Ville Palladiane

Il parco della villa è di tipo romanico, caratterizzato da un’elevata varietà di alberi e da un bel laghetto di cigni al suo centro. Le sue piante secolari ed i suoi lunghi viali risalgono al secolo scorso, quando il conte Andrea Piovene commissionò all’architetto Antonio Caregaro Negrin di riorganizzare e sistemare il giardino. Nella parte posteriore della villa troviamo invece dei giardini all’italiana del XVII secolo, abbellito da colonne e statue del Marinali e dell’Albanese, con numerose vasche e fontane.

Villa Godi Malinverni si trova a pochi metri da Villa Piovene, costruzione attribuita sempre ad Andrea Palladio. Queste due perle, sono la dimostrazione di un talento ancora acerbo che, nonostante siano differenti per gusto ed impostazione architettonica, sono ben rintracciabili il senso estetico raffinato ed elegante del giovane architetto. Oggi la villa è facilmente accessibile in quanto la barchessa e le dipendenze sono adibite a ristorante, offendo così il piacere di una semplice visita o di alcune specialità del menù palladiano.

Villa Godi Malinverni

Villa Piovene e Villa Godi vennero costruite in una sorta di gara tra le due famiglie, che al tempo erano le più importanti della zona, tanto da dividersi terreni e affitti del comprensorio. Nonostante i numerosi tentativi per accordarsi, la famiglia Godi e la famiglia Piovene erano in continua disputa e le brevi tregue si basavano, in realtà, su fondamenta assai fragili, tanto che ben presto si arrivò al dramma. Infatti, i loro accordi per gestire il complesso scambio di terre e affitti si spezzo quando Tomaso Piovene acquistò due segherie a ruota idraulica vicino al fiume Astico. Il proprietario avendo acquistato l’attività pretendeva il diritto di riscuotere le tasse che su essa gravavano, dall’altra parte il Godi si basava sull’accordo del 1533, che evidenziava a chi spettava il denaro.

Villa Godi - Le Ville Palladiane

Col passare del tempo la controversia anziché placarsi s’inasprì, e nel 1577 Orazio Godi irruppe nella vicina villa dei Piovene, con evidenti intenti omicidi. Dopo aver messo soqquadro gli appartamenti, riuscì a trovare Fabio Piovene chiuso dentro un armadio, e dopo averlo fatto uscire lo fece finire dai suoi bravi a colpi di pugnale. Il rettore veneziano non tollerò una simile efferatezza, e giudicò che il conte Godi devesse essere catturato e giustiziato in Piazza dei Signori e i suoi beni confiscati. Per salvarsi, il conte, decise di scappare in esilio, passando così il resto della sua vita al servizio del duca di Savoia. Fu proprio questa esasperata brama di rivaleggiare che spinse i Piovene a commissionare alle stesse maestranze che avevano costruito villa Godi.

  • Info Villa Godi Malinverni
  • Località: Lugo di Vicenza - Vicenza
  • Indirizzo: via Andrea Palladio 44
  • Telefono: 0445 860561
  • Orari Apertura:
  • Sabato dalle 9:00 alle 13:00
  • Domenica dalle 14:00 alle 18:00
  • Martedì dalle 14:00 alle 18:00

LE VILLE PALLADIANE

In questo capitolo parliamo delle meravigliose Ville Palladiane patrimonio dell’umanità del territorio vicentino, progettate dall’architetto Andrea Palladio.

Speciali
Cerchi altro???

◊ LA PROVINCIA DI VICENZA ◊

è una delle zone più industrializzate e ricche d’Italia ma, nello stesso tempo, mantiene ancora molte aree verdi e selvagge. Su tutto emergono le numerose ville palladiane, i fastosi palazzi, le grandi vallate verdi che corrono su tutto il territorio, come la Valsugana, e i grandi boschi incantati dell’Altopiano dei Sette Comuni. Da non perdere poi, le tipiche città vicentine, incastonate sul territorio come diamanti preziosi, le quali conservano opere e prodotti tipici di altissimo prestigio.

 

Miglior prezzo garantito