fbpx

Le Piazze di Vicenza

In questo capitolo trattiamo le piazze di Vicenza, simbolo della città e ritrovo per i giovani, Piazza dei Signori e Piazza delle Erbe.

Le piazze di Vicenza vengono anche chiamate i salotti della città, grazie alla eleganza dei suoi palazzi, ai molti locali e negozi che possiamo ammirare e soprattutto alla vivacità dei suoi abitanti. Luoghi di passaggio, crocevia di affari e del tempo libero, la piazza costituisce il cardine della vita della città, e di tutto il suo centro storico, testimone di grandi eventi e manifestazioni che hanno segnato il corso della storia.

Le piazze di Vicenza

La Piazza dei Signori è il centro artistico, commerciale e affaristico di Vicenza. Originariamente foro romano, oggi è diventata una piazza elegante e solenne dove al martedì e al giovedì mattina si tiene un coloratissimo mercato. E’ circondata, tanto da sembrare quasi protetta, da importanti edifici, come la Basilica Palladiana a sud, la Loggia del Capitaniato a nord ed, infine, ad est dalle due Colonne di Piazza, entrambe scolpite nell’elegante marmo bianco di Chiampo. In particolare, una delle due colonne, è sormontata da un leone alato con il vangelo secondo San Marco tra gli artigli, il quale riporta, “Pax tibi Marce evangelista meus” (Pace a te o Marco, mio evangelista), che ha il compito di testimoniare il periodo in cui governò la Signoria di Venezia.

Le Piazze di Vicenza

La Piazza delle Erbe più piccolina è situata a sud della Basilica Palladiana ed è dominata dalla medioevale Torre del Girone. Quest’ultima, detta anche Torre del Tormento in quanto un tempo era adibita a carcere, è collegata alla Basilica tramite l’Arco del Registro, che fu costruito nel 1494 da Zanon Marchesini.  Oggi la piazza è un punto di incontro per i giovani grazie ai numerosi locali e ristoranti.

La Piazza delle Biade si trova a nord della Basilica Palladiana, tra le due bianche colonne veneziane e il comune di Vicenza. Un tempo, in questa piccola piazza si teneva il mercato dei generi minori, infatti nel 1262 veniva chiamata Piazza della Biava, perché qui aveva luogo il mercato dei cereali usati come foraggio e quello delle semente. Un altro pezzo di storia che si è perso nel corso del tempo è Piazza del Vino, continuazione di Piazza Biade, dove di fronte alla chiesa dei Servi, c’era il mercato del vino. L’edificio che spicca in questa piazze è la chiesa di San Michele in Santa Maria, chiamata anche dei Servi, perché fa parte dello stesso ordine dei Serviti della Basilica di Monte Berico.

◊ Il Centro Storico di Vicenza

In questo capitolo trattiamo il centro storico di Vicenza, una città ricca di tradizioni e curiosità, segnata nel corso della storia dai progetti di Andra Palladio.

Speciali
Cerchi altro???

◊ LA PROVINCIA DI VICENZA ◊

è una delle zone più industrializzate e ricche d’Italia ma, nello stesso tempo, mantiene ancora molte aree verdi e selvagge. Su tutto emergono le numerose ville palladiane, i fastosi palazzi, le grandi vallate verdi che corrono su tutto il territorio, come la Valsugana, e i grandi boschi incantati dell’Altopiano dei Sette Comuni. Da non perdere poi, le tipiche città vicentine, incastonate sul territorio come diamanti preziosi, le quali conservano opere e prodotti tipici di altissimo prestigio.

 

Miglior prezzo garantito