fbpx

Torri del Benaco

In questo capitolo trattiamo la zona che circonda Torri del Benaco, con i suoi borghi caratteristici, i suoi prodotti tipici e i loro colori.

Tra le corti e le contrade di sasso che caratterizzano il paesaggio collinare si arriva a San Zeno di Montagna, una terrazza naturale dove ammirare il panorama e godersi la magia che solo il Lago di Garda sa regalare. Proseguite verso la chiesa parrocchiale, dove capirete il motivo per cui questo paese viene chiamato il “balcone del Lago di Garda” .Da non perdere, in questa zona, è l’ assaggio dei formaggi tipici e autoctoni, che ancora oggi i vari caseifici producono  secondo l’antica tradizione cimbra. Lasciamo le colline per ritornare sul lungo lago sino a Torri del Benaco, piccolo grazioso borgo di pescatori.

L’edificio più rappresentativo è il Castello Scaligero costruito nel 1383 da Antonio della Scala, per difendere i suoi possedimenti contro le mire espansionistiche dei Visconti di Milano. Proseguendo verso nord arriviamo a Brenzone, giovane comune di un vasto territorio del nord-est del Lago di Garda, composto da numerosi piccoli borghi sparpagliati sia tra le pendici della montagna sia sul lago. Tra i paesi più importanti possiamo citare Sommavilla, Porto,  Assenza dove, durante la Prima e Seconda Guerra Mondiale, nell’isola di fronte sorgeva un deposito militare ed, infine, Maringa e Castelletto, i paesi più grandi.