fbpx

Duomo di Verona

In questo capitolo trattiamo uno degli edifici religiosi più importanti della città, la Cattedrale di Santa Maria Matricolare o Duomo di Verona.

La Cattedrale di Santa Maria Matricolare o anche chiamato Duomo di Verona, è situata in piazza Duomo, nel centro storico veronese, circondata da eleganti edifici che sembrano quasi stati creati su misura. Si tratta di un complesso architettonico parecchio articolato, che comprende la Chiesa di Sant’Elena, la Chiesa di San Giovanni in Fonte, il Chiostro dei Canonici, la Biblioteca Capitolina e il Vescovado, ognuno dei quali costruito in epoche diverse. In questa zona, durante l’impero romano, sorgevano delle ville con il balnea, cioè dei bagni privati e attorno a dei templi per il culto. Testimone del passaggio dallo stile romanico allo stile gotico, oggi è il principale luogo di culto cattolico della città ed è anche la sede vescovile.

Duomo di Verona

La prima basilica fu costruita sull’area occupata oggi dalla chiesa di Sant’Elena, nel IV secolo circa, ma risultò ben presto troppo piccola, e qualche decennio più tardi edificarono una struttura più grande. Tracce di queste due basiliche paleocristiane sono visibili ancora oggi sotto la chiesa di Sant’Elena e nel Chiostro Canonicale. Nel corso dei secoli la basilica subì diversi danni per colpa dei vari terremoti e da violenti incendi, che portarono anche al crollo del complesso.

Duomo di Verona

La nuova cattedrale fu iniziata nel XII secolo, e i lavori si susseguirono per diversi decenni, ottenendo l’ampiezza attuale dell’edificio. Nel XV secolo l’interno venne completamente rinnovato, dividendolo in tre navate da alti pilastri di marmo rosso di Verona, costruendo le cappelle laterali e inserendo un tornacoro semicircolare. La facciata, che porta i segni di varie aggiunte, è caratterizzata da un grande protiro a doppia arcata, sorretto da due leoni.

Duomo di Verona

Il portone è scolpito con immagini di profeti biblici e con animali reali o fantastici tratti dai bestiari medioevali. Il suo interno, invece, si presenta particolarmente ricco di affreschi e opere pregiate, su tutte spicca l’Assunzione della Vergine, opera del 1535 di Tiziano, che è visibile nella prima cappella a sinistra, ristrutturata nel 1530 da Jacopo Sansovino. Del complesso del duomo ne fanno parte anche il campanile cinquecentesco, alto 75 metri, ancora oggi incompiuto, disegnato dall’architetto veronese Sanmicheli e il chiostro romanico con i resti di mosaici pavimentali.

Battistero - Duomo di Verona

Il Battistero è anche chiamato San Giovanni in Fonte, venne edificato nei XII secolo e conserva al suo interno la fonte battesimale ottagonale, scolpito a bassorilievo su tutti i lati è un capolavoro della scultura romanica attribuita alla bottega dello scultore veronese Brioloto. Nell’atrio di Santa Maria Matricolare troviamo degli scavi archeologici particolarmente curiosi, in un ambiente suggestivo sempre di epoca romanica che serviva da passaggio coperto di collegamento tra la Cattedrale e la chiesa dei canonici.

Cerchi altro???