fbpx

Basilica di San Zeno Maggiore

In questo capitolo trattiamo l’edificio religioso più importante di tutta la città di Verona, elegante e maestosa è la Basilica di San Zeno Maggiore.

La Basilica di San Zeno Maggiore, s’i innalza maestosa fra la Torre dell’Abbazia del XIII secolo e l’isolato campanile del XII secolo. Fin dalla sua edificazione è sempre stata una delle più belle manifestazioni d’arte romanica e non ha mai perso la sua bellezza nemmeno con le numerose ristrutturazioni avvenute nel corso del tempo. La più importante è stata quella del XII secolo fatta appositemente per ospitare la tomba del santo patrono della città, ovvero San Zeno.

Esternamente la basilica si presenta pacata nella sua colorazione oro antico, con un’elegante facciata in tufo e rilievi marmorei che raffigurano delle scene bibliche. Al centro, invece, spicca il rosone, chiamato anche Ruota della Fortuna in quanto  le figure lungo il bordo indicano l’alternanza delle sorti umane, mentre sotto di esso è impossibile non notare un grazioso portico a baldacchino che poggia su due esili colonne.

Il vero capolavoro è il portale bronzeo, con le sue 48 formelle quadrate, ognuna della quale esprime un suo significato, a partire dal Vecchio Testamento, sino ad arrivare ai miracoli di San Zeno, mantenendo un’altissima qualità delle opere bronzee. Semplice e maestoso, il suo interno a tre navate è un’armoniosa coesistenza di forme romaniche e gotiche e ospita diversi capolavori, fra tutti la Madonna e Santi del Mantegna. Dalla navata di sinistra si esce nel bel chiostro, anch’esso capolavoro romanico.