fbpx

Isola di Torcello

In questo capitolo trattiamo una delle isole più antiche, gloriose e caratteristiche della laguna veneziana, l’Isola di Torcello.

L’Isola di Torcello è stato uno dei più antichi e fiorenti insediamenti della laguna veneziana, situata in posto strategico vicino ad altre isole, che contribuirono all’ascesa del piccolo centro abitato. Si trova a pochi minuti di battello dalla famosa isola di Burano, dall’isola di Mazzorbo e anche da Punta Sabbioni. Quest’ultimo un ottimo punto di partenza per visitare e scoprire queste suggestive isole e per passare una bella giornata immersi nella natura della laguna veneziana.

Isola di Torcello

Passeggiando lungo il rio principale, tra orti coltivati e vecchi edifici incontriamo il misterioso Ponte del Diavolo, che secondo la leggenda locale, fu creato in una sola notte proprio dal diavolo, per questo motivo è rimasto ancora oggi incompleto. Fondata tra il V e il VI secolo, è attualmente la bella addormentata della laguna ma, un tempo, si sviluppò fino a diventare una fiorente colonia con palazzi e chiese. Con l’ascesa di Venezia, però, l’isola iniziò il suo declino fino a diventare ciò che è oggi, ovvero un luogo tranquillo nel quale spicca una stupenda basilica bizantina.

La Basilica di Santa Maria Assunta fu fondata nel 639 e, nonostante i numerosi rifacimenti, evoca ancora oggi la solennità dell’epoca. Venne costruita col nome di Santa Maria Madre di Dio, per il vescovo Paolo, il quale divette scappare assieme agli abitanti, portando con se le reliquie e i tesori della diocesi di Altino, che era sotto assedio dalle invasioni dei Longobardi. Col passare degli anni, questo piccolo centro divenne uno dei più prosperosi e fertili della Repubblica di Venezia, successivamente la chiese venne modificata e ampliata più volte, sino al 1008, che venne rifatta e riconsacrata col nome di Santa Maria Assunta, per il volere del nuovo vescovo Orso I Orseolo, figlio del doge Pietro II Orseolo.

Dopo alcuni secoli, nonostante il declino e l’abbandono della città, la chiesa ha mantenuto comunque il suo rango di cattedrale. Oggi l’interno si presenta a schema paleocristiano, con la parte centrale dell’edificio che è formato dalla basilica. Le sue perle sono, il mosaico duecentesco sull’abside centrale, che raffigura la Vergine immersa su di un sfondo oro, e nell’abside semicilindrico al di sotto troviamo gli Apostoli su un prato fiorito, dal lato dell’ingresso principale, emerge un altro grandioso mosaico in stile bizantino, che ritrae il Giudizio Universale.

Lì vicino troviamo la chiesa di Santa Maria Fosca è un classico esempio di stile veneto-bizantino dell’isola di Torcello, sorge su quella che un tempo era la piazza della città, accanto alla basilica. È una costruzione del XII secolo, con un bel porticato di colonne di marmo e capitelli. Al suo interno, sul martyrion, troviamo le reliquie della martire Fosca, provenienti da Sabratha, una città nord-occidentale della Libia. Da non perdere il Museo di Torcello, che raccoglie un grandissimo numero di antichi oggetti ritrovati sulle isole della laguna e sulla terraferma veneziana.

Cerchi altro???