fbpx

Isola della Giudecca

In questo capitolo trattiamo l’incredibile Isola della Giudecca, situata lungo il centro storico di Venezia, sembra quasi per proteggerla.

Isola della Giudecca

L’Isola della Giudecca, ai tempi della Repubblica, era una grande parco con magiche dimore e rigogliosi giardini, un suggestivo palcoscenico di cui solo  pochi potevano godere. Un tempo quest’l’isola si chiamava Spinalunga, per via della sua forma allungata a spina di pesce ma col tempo, almeno come alcuni studiosi ritengono, prese il nome di Giudecca, per via dei giudei, ovvero gli ebrei che un tempo vivevano qui.

Altri studi, invece, sostengono che il nome derivi da “giudicati”, in quanto nel IX secolo i nobili ribelli che venivano giudicati e banditi proprio in quest’isola. Tra i gioielli più preziosi dell’isola vogliamo citare la Chiesa delle Zitelle, una delle meraviglie palladiane che valorizzano il profilo dell’isola. Il complesso di Santa Maria della Presentazione è conosciuto con il nome delle “zitelle” perché all’epoca, nel convento, venivano accolte e aiutate le giovani povere e, di conseguenza, destinate a rimanere zitelle. La Basilica del Santissimo Redentore, opera dell’architetto Andrea Palladio, è il principale monumento della Giudecca e venne costruita tra il 1577 e il 1592 in segno di ringraziamento per la fine della peste del 1576, che causò la morte di un terzo della popolazione.

Progettata in uno stile che si rifà all’antica Roma, la chiesa è la piena espressione dello stile palladiano, con proporzioni eleganti ma sobrie e un’imponente scalinata d’ingresso. L’interno, in stile classico, contrasta con lo stile elaborato e ornato della maggior parte delle chiese veneziane. I dipinti più rilevanti sono di Alvise Vivarini e di Paolo Veronese e sono custoditi nella sagrestia a destra del coro. Ogni anno il doge e la sua corte si recavano a visitare questa chiesa, attraversando il canale delle Zattere su un apposito ponte di barche galleggianti posizionate per la Festa del Redentore. Festa che tutt’ora viene celebrata nel terzo fine settimana di luglio.