fbpx

Basilica di San Marco

In questo capitolo trattiamo uno degli edifici più importanti di Venezia e tra i più belli al mondo, l’imperdibile Basilica di San Marco.

“Irreale, fantastica, solenne, incredibile da cima a fondo” (questo scriveva Charles Dickens).  Generazioni di scrittori hanno cercato le parole giuste per descrivere questa straordinaria creazione che rappresenta un millennio di genio artistico, potere politico e fede religiosa.

La Basilica di San Marco

La Basilica di San Marco ha la forma di croce greca, è coperta da cinque grandi cupole e da altre cupole più piccole a forma di bulbo ed è caratterizzata da facciata rivestita di preziosi marmi orientali, bassorilievi romanici e un coronamento gotico. Possiamo dire che è la terza chiesa ad essere eretta in questo luogo, la prima fu costruita nel 829 per custodire le spoglie di San Marco, rubate ad Alessandria d’Egitto da due marinai veneziani l’anno precedente, Buono da Malamocco e Rustico da Torcello. Al concludersi dei lavori, sotto il dogato di Giovanni Partecipazio nel 832, la Basilica fu consacrata con una dichiarazione solenne a San Marco come patrono e protettore della città, al posto di San Teodoro.

Basilica di San Marco - Sestiere San Marco

Fu completamente distrutta da un incendio nel 976, durante una ribellione contro il doge Pietro Candiano IV, e ricostruita sulla spoglie della precedente struttura. Qualche anno dopo, nel 1063 fu nuovamente abbattuta, questa volta sotto il dogato di Domenico Contarin, per far posto a un edificio più spettacolare e più consono alla crescente potenza della Repubblica di Venezia, prendendo come modelli gli edifici di Costantinopoli e la Chiesa dei Dodici Apostoli di Santa Sofia. Secondo una leggenda, nei giorni della consacrazione, nel 1094, fu miracolosamente rinvenuto, in un colonna, il corpo del santo nascosto durante i lavori e poi dimenticato.

Il modo migliore per visitare la Basilica di San Marco è quello di assistere alla messa. Le superfici interne ed esterne della basilica sono coperte da circa 8000 metri quadrati di mosaici, che spaziano dall’epoca bizantina al Rinascimento. Il colore luminoso dei tasselli non è solo un effetto dorato, si tratta di foglie di oro vero applicate su un numero infinito di tessere di vetro. Su questo sfondo scintillante incalzano 181 figure tra santi, profeti, virtù e numerosi personaggi della Bibbia, realizzati nell’arco in otto secoli di lavoro.

Basilica di San Marco

Sull’altare maggiore troviamo un’estimabile Pala d’Oro, decorata con più di ottanta smalti e centinaia di pietre preziose, che dovrebbe risalire al X secolo, un tempo esposta solo in occasione delle grandi festività religiose. Al piano superiore troviamo uno dei simboli della città, probabilmente di provenienza greca e databili al IV o III secolo a.C., i Quattro Cavalli di Bronzo, elegantemente affacciati in Piazza San Marco.

Si pensa che siano stati probabilmente trasportati da Costantinopoli in seguito alla vittoria di Costantino in Occidente, prelevati dai veneziani durante la IV crociata nel 1204. Inoltre è proprio qui che il doge veniva presentato alla città dopo l’elezione, è qui che venivano ricevuti capi di Stato, papi, principi e ambasciatori, è qui che i capitani delle navi venivano a invocare protezione prima di imbarcarsi per epici viaggi.

Castagnole Veneziane

 

Castagnole Veneziane

Sono un tipico dolce del periodo del Carnevale, croccanti fuori, morbide dentro e con un gusto e un sapore davvero irresistibile.

⇒ Continua

Carnevale di Venezia

Carnevale di Venezia - Sestiere San Marco

Un periodo spensierato che avvolgeva la città, libero da pregiudizi e dalle abitudini quotidiane, dove attori e spettatori si univano...

⇒ Continua

Fegato alla Veneziana 

Fegato alla Veneziana 

E'un piatto unico e imperdibile, infatti non rappresenta solo Venezia o la sua provincia, ma tutto il Veneto.

⇒ Continua

Cerchi altro???