fbpx

Chiesa di San Zaccaria

In questo capitolo trattiamo uno degli edifici più spettacolari e suggestivi del centro storico di Venezia, la Chiesa di San Zaccaria.

La Chiesa di San Zaccaria venne probabilmente fondata nel VII secolo da San Magno ed è una delle poche dedicate a un profeta del Vecchio Testamento. La prima costruzione era destinata ad accogliere i resti del padre di San Giovanni Battista, Zaccaria, donati dall’imperatore bizantino Leone V l’Armeno alla città di Venezia, per consolidare l’amicizia. Situata nella tranquilla piazza a un passo da Riva degli Schiavoni, nel sestiere Castello, la chiesa è un felice connubio in stile gotico fiammeggiante con il classicismo del Rinascimento.

Chiesa di San Zaccaria

Furono i dogi Angelo e Giustiniano Partecipazio a far aggiungere un convento benedettino alla struttura, strettamente connesso con la chiesa, ma che acquistò molto presto una cattiva fama, per il comportamento abbastanza singolare e ribelle delle monache, per di più nobili ragazze delle famiglie veneziane. Si racconta che nonostante la clausura, in questo luogo si teneva feste e banchetti, le giovani monache avevano trasformato il parlatoio, un locale dove si incontra i famigliari o gli ospiti, in un elegante salotto riservato a concerti e spettacoli vari, con un interrotto “pellegrinaggio” dei giovani cavalieri della città. Ciò non toglie che ad ogni Pasqua, il doge, si recasse a visitarle, un’abitudine nata in segno di gratitudine perché il convento aveva rinunciato a parte del suo orto per far allargare piazza San Marco.

La chiesa di San Zaccaria si presenta a tre navate a croce, con la facciata divisa in tre parti da colonne abbinate, con numerose finestre che sovrastate dal grande timpano ad arco, che sorregge la statua di San Zaccaria. Le perle artistiche dell’interno sono, la celebre pala del 1505 Madonna in trono col Bambino e Santi di Giovanni Bellini, dai colori sontuosi e di squisita serenità, inoltre nella sacrestia troviamo La nascita di San Giovanni Battista del Tintoretto e La fuga in Egitto di Giandomenico Tiepolo, infine, ma non meno importante la Madonna col Bambino e Santi di Palma il Giovane. Una chiesa unica del suo genere, che continua a conservare le sepolture di molti dogi e un gran numero di opere di notevole pregio.

Cerchi altro???