fbpx

Biennale di Venezia

In questo capitolo trattiamo uno degli eventi più controversi, moderni, creativi e famosi del Veneto, la Biennale di Venezia.

La Biennale di Venezia è tra le più antiche, importanti e prestigiose rassegne internazionali d’arte contemporanea al mondo, tanto che negli ultimi anni ha ospitato artisti come Klimt, Picasso, Mirò e Hirst. Nata come società di cultura nel 1895, aveva lo scopo di stimolare l’attività artistica e il mercato dell’arte nella sorprendente città di Venezia. Nonostante l’esposizione coinvolga i luoghi più belli della città, ha tuttora il fine di promuovere le nuove tendenze artistiche. L’esposizione, ormai entrata nella cultura collettiva, è capace di far scalpore,  far discutere e cambiare il modo di intendere e fare arte.

La Biennale non è una semplice mostra di arte contemporanea, basti pensare alle proteste nel 1922 per la retrospettiva su Modigliani, a due anni dalla sua morte, causate dallo stile di vita dissoluto dell’artista livornese, alle tensioni della Biennale del 1968, sfociate in una vera e propria rivolta, fino alle proteste nel 2011 degli animalisti contro l’opera The Tourists (oggi si chiama Others) di Maurizio Cattelan. A questo punto risulta difficile trovare scuse per non vederla almeno una volta nella vita.