fbpx

Conegliano

In questo capitolo trattiamo una delle città simbolo e famosa in tutto il mondo per la produzione del Prosecco Superiore, Conegliano.

Conegliano, un’elegante e pittoresca cittadina, è  immersa nelle terre del famosissimo vino Prosecco ed è la città natale del pittore Giambattista Cima. E’ capitale del vino già dall’Ottocento, quando salì agli onori delle cronache grazie alle tecniche di spumantizzazione introdotte da Antonio Carpanè che, proprio qui, fondò la “Regia Scuola di Viticultura”, divenuta poi pilastro portante del successivo sviluppo enologico. Emblema dell’eredità medievale sono: il Castello (sulla cima del Colle di Giano)  e  la Torre della Campana,  oggi sede del piccolo e prezioso Museo Civico.

Altri punti d’interesse sono il Duomo e l’annessa Sala dei Battuti; quest’ultima rappresenta il simbolo religioso e artistico della città, tanto che al suo interno conserva la pala d’altare “Madonna col Bambino e Angeli” del maestro Cima. Non solo il Medioevo, però,  ha lasciato tracce nella città di Conegliano, dato che tra le sue vie è possibile osservare molti tratti rinascimentali. In particolare, lungo l’antica contrada Grande, (oggi via XX Settembre),  possiamo trovare il fulcro dell’eleganza rinascimentale di Conegliano, con una schiera di palazzi signorili ricchi di affreschi e decorazioni in pietra scolpita.

Tradizione e gastronomia arricchiscono il calendario delle manifestazioni che si svolgono a  Conegliano, in particolare:  verso giugno si svolge la rievocazione della storica Dama Castellana, una partita a dama con personaggi in costume rinascimentale mentre, ad agosto, la manifestazione Calici di Stelle offre l’imperdibile occasione di degustare i prodotti tipici nella splendida cornice del Castello. Curiosità: La Fontana del Nettuno, detta anche fontana dei cavalli, è uno dei monumenti più caratteristici della città.