fbpx

Asolo

In questo capitolo trattiamo il meraviglioso borgo di Asolo, situato ai piedi delle Alpi e tra le verdi colline della provincia di Treviso.

Asolo, la “citta dei cento orizzonti” come la definì Giosuè Carducci, cullata tra dolci colline in un’atmosfera senza tempo, dove il panorama mozzafiato si intreccia al centro storico millenario avvolto da antiche mura dominate dall’imponente rocca. Seducente e intrigante, ha incantato una corte cosmopolita di artisti e intellettuali rapiti dalla sua pacata bellezza. Un luogo magico, è uno dei borghi più belli d’Italia, arroccato su verdi colline di ulivi e cipressi, dove ogni scorcio è fonte di ispirazione. “Nell’alto della Rocca ci si sente come al vertice di un diamante, dove ogni sfaccettatura suscita un panorama iridescente” scriveva Giovanni Comisso (1895-1969) in Veneto felice.

Asolo

Il Castello e la sua Rocca sono uno dei simboli del paesaggio asolano, che sembra risalire al X secolo, una dimora storica, che da queste parti ospitò il condottiero Ezzelino da Romano e, a partire dal 1339, divenne anche la sede dei podestà veneziani. La città va scoperta a piedi e con molta calma, a partire dalla centrale piazza Maggiore o Garibaldi, con la sua fontana cinquecentesca sovrastata da il leone alato di San Marco.

Weekend ad Asolo

Scendendo una scalinata poco lontano dalla piazza si raggiunge il Duomo di Asolo, di origini medioevali, ma che si presenta con tratti romanico-gotico, con la presenza di alcuni elementi rinascimentali. All’interno troviamo numerosi tesori, come, Assunzione della Vergine dipinta da Lorenzo Lotto, la pala dell’Assunta di Jacopo Bassano, e la pala di San Prosdocimo di Pietro Damini. La Loggia del Capitano, oggi sede del museo civico, è un edificio del quattrocento coperto da affreschi, lapidi e stemmi.

Asolo

Al suo interno si può ammirare una variegata raccolta di materiale archeologico, pitture e sculture, nonché documenti e ricordi legati alla vite della regina di Cipro Caterina Cornaro, l’attrice teatrale italiana Eleonora Duse e all’esploratrice anticonformista e scrittrice Freya Stark, i quali legarono il loro destino a quello della città. Altri artisti, che si sono ispirati tra queste vie sono il compositore Gian Francesco Malipiero ed il poeta inglese Robert Browning.

Asolo - Dal Monte Grappa ad Asolo

Il Castello della Regina è di origine medioevale, demolito in parte nell’Ottocento, oggi restano a simboleggiare l’elegante struttura abitata da Caterina Cornaro e Pietro Bembo solo tre torri, di cui la torre dell’orologio, visibile da ogni angolo della città. La Rocca di Asolo o anche chiamata Rocca Braida è un’imponente fortezza situata sul Monte Ricco. Il primo complesso probabilmente risale, secondo alcuni scavi, all’epoca preromana, come dimostrano alcuni ritrovamenti di mosaico oggi conservati nel muso cittadino.

Passeggiando tra i vicoli medievali si scoprono caffè e osterie tipiche che servono prelibatezze introvabili altrove, come il musetto imbriago (carne di maiale cotta nel vino) e una vasta gamma di prodotti enogastronomici tipici del territorio. Tra queste colline troviamo un’altra eccellenza preziosa, l’Asolo Prosecco Superiore DOCG, ottenuto principalmente con la varietà bianca del Glera, si presenta come un vino secco, leggero ed elegante, dal profumo fresco e fruttato, con un gusto morbido e ben armonizzato.

Radicchio Variegato di Castelfranco

 

Radicchio Variegato di Castelfranco

Chiamato anche “Rosa di Castelfranco” o “Fiore che si mangia”, è uno dei prodotti tipici...

⇒ Continua

Le Mostre del Vino Prosecco

 

Le Mostre del Vino Prosecco

Sono una delle manifestazioni più attese della stagione primaverile trevisana, eventi folcloristici, escursioni...

Continua

Radicchio Rosso di Treviso 

Radicchio Rosso di Treviso

E' una delle specialità più richieste e apprezzate di tutta la regione Veneto...

⇒ Continua

Cerchi altro???