fbpx

Le Mura di Treviso

In questo capitolo trattiamo le Mura di Treviso, alte e massicce, si conservano ancora integre e imponenti come al tempo.

Le Mura di Treviso, di 5 chilometri, sono quasi del tutto integre e costeggiano l’intero perimetro della città. Furono progettate nel 1509 dall’ingegnere Giovanni Monsignori, detto Fra’ Giocondo, per proteggere l’abitato dall’attacco della Lega Cambrai. A differenza delle mura medievali che contavano undici porte, queste, di epoca cinquecentesca, ne hanno solo tre e, in particolare, sono:

Porta San Tommaso a nord, bianca e imponente, con un grande arco di ingresso sormontato da un leone alato, Porta Santi Quaranta a ovest, intitolata ai Quaranta martiri di Sebaste, ossia ai soldati cristiani che si rifiutarono, durante la persecuzione di Licinio in Armenia, di onorare degli idoli e vennero, così, puniti al rogo ed, infine, la Porta Altinia a sud, il cui nome è legato alla città romana di Altino. Oggi ciò che rimane della struttura difensiva è un bellissimo viale alberato, affiancato da un lungo e suggestivo canale, dove poter passeggiare con la famiglia e godendosi la vista della città.