fbpx

Il Centro Storico di Rovigo

Situata nel cuore del Polesine, tra il fiume Adige e il fiume Po, il centro storico di Rovigo vi offrirà ciò che non vi aspettate.

Il Tempo

Abbiamo suddiviso le province della regione Veneto in vari territori, in maniera che tu possa scoprire ciò che ti circonda e riuscire ad organizzare al meglio il tuo viaggio. Ogni territorio nasconde itinerari da intraprendere, vie nuove da scoprire e percorsi da esplorare. Cosa aspetti??? Utilizza le nostre cartine!!!

Spazio Pubblicitario Disponibile

Situata nel cuore del Polesine, Rovigo è una città vivace e dal bell’aspetto, è un importante centro agricolo ed industriale in continuo sviluppo, e rappresenta per molti una scoperta culturale e ambientale. Accarezzata dalla brezza marina che arriva dal vicino Delta del Po, dalla semplicità dei rapporti umani, dalla schiettezza del dialetto rodigino e dalla passione per la lirica e per il rugby, questo territorio lascerà ai viaggiatori più scrupolosi un ricordo unico.

Visitandola coglieremo le origini altomedioevali simboleggiate dalla Torre Donà (a sinistra), una delle più alte torri medievali italiane, situata nei giardini pubblici di piazza Matteotti insieme alla  Torre Mozza (a destra), l’unico ricordo rimasto del castello che sorgeva in questo giardino costruito dal vescovo Paolo Cattaneo nel lontano 920. Capoluogo del Polesine, la città di Rovigo è punto d’incontro della civiltà veneziana e ferrarese, evidente negli edifici a portici che delimitano il suo centro naturale di Piazza Vittorio Emanuele II.

Pochi sono i reperti storici che possono guidarci ad una ricostruzione esatta della storia di Rovigo, infatti sono sicure alcune frequentazioni in zona di antichi Veneti e più tardi anche dei Romani. Il primo documento storico attendibile sulla città narra della presenza nel 833 di un borgo fortificato chiamato Rhodigium, fatto costruire dal vescovo di Adria, Paolo Cattaneo, sulla sponda destra del fiume Adige, il quale era un’importante via di transito per i commerci fluviali e terrestri delle più importanti città del nord d’Italia verso il Mar Adriatico.

Nel XII secolo, grazie alla presenza degli Estensi, che nel frattempo avevano preso le redini della città dal governo vescovile precedente, sì iniziò l’ampliamento e la fortificazione del borgo, che cominciava ad assumere una struttura urbana più chiara e definita, che si estendeva già su entrambi i lati dell’Adigetto, che all’epoca era un vero e proprio fiume.

Con il dominio degli Estensi durato quasi tre secoli, il centro storico di Rovigo divenne capoluogo del Polesine, grazie al progressivo fiorire dell’edilizia religiosa e civile, che portò con se chiese, ospedali e nobili palazzi. Nel XV secolo tutto il territorio del Polesine e la stessa Rovigo furono tormentati dalla Repubblica di Venezia, che cominciava proprio in quel periodo a espandersi verso la terra ferma e, durante la Guerra del sale, i veneziani entrarono definitivamente sul territorio.

Per sugellare la sua impronta, Venezia fece costruire la Piazza Maggiore, l’attuale Piazza Vittorio Emanuele II, la Torre Civica, e la colonna con il Leone di San Marco. Tra il 1797 e il 1866 furono soggetti alle dominazioni francesi e austriache, che contribuirono all’abbattimento delle mura. In epoca fascista, con il piano regolatore del 1938, venne deciso di interrare il fiume Adigetto alterando così la fisionomia della antica città fluviale.

Abbiamo suddiviso il centro storico di Rovigo nei seguenti capitoli:

Il centro storico di Rovigo

Duomo di Rovigo

Da sempre è la cattedrale della diocesi di Adria-Rovigo e l’attuale fisionomia risale alla ricostruzione del 1696 su progetto del poeta architetto   Continuia...

Il centro storico di Rovigo

La Rotonda

Semplice ed armonioso il sacro tempio fu costruito tra il 1594 e il 1613 dall’ingegnere bassanese Francesco Zamberlan, amico   Continua...

Il centro storico di Rovigo

Piazza Vittorio Emanuele II

La piazza, con la parte centrale dedicata al passeggio, è caratterizzata dal Monumento del Primo Re d’Italia e della colonna in pietra d’Istria   Continua...

Escursioni Naturalistiche sul Delta del Po:   CLICCA QUI

La guida Niky Penini pescatore di professione, nato e cresciuto in barca tra il Po e la Sacca degli Scardovari dove la mia famiglia, per prima, ha iniziato ad allevare cozze. Amo e rispetto la natura e voglio trasmettere a tutti coloro che avrò modo di conoscere, ciò che essa mi insegna ogni giorno. Cercherò inoltre di farvi capire cosa significa lavorare a stretto contatto con un mondo particolare, legato ancora a tradizioni e consuetudini, raccontandovi la storia di questi territori dei "sospiri", fatti di sacrificio ma che sanno regalare un senso di libertà impagabile. Riconoscimento Prov. n° 846 del 12/04/2017

Contatto mail:  deltadelpo@outlook.it

Prezzi per uscita:  Escursioni Naturalistiche sul Delta del Po

Cerchi altro???

Spazio Pubblicitario Disponibile

La più ampia scelta di hotel, appartamenti e case vacanze

Qualunque tipo di viaggio tu voglia fare, con noi avrai sempre il prezzo più basso garantito. Scopri le nostre 2.298.359 strutture in oltre 85.000 destinazioni.

Miglior prezzo garantito