fbpx

Este

In questo capitolo trattiamo una delle città più affascinanti e coinvolgenti della bassa padovana, la quale conserva ancora oggi la sua cinta muraria, Este.

Ai piedi dei Colli Euganei incrociamo la massiccia cinta muraria di Este, l’antica Ateste, scelta dal popolo Paleoveneto per fondare una nuova e fiorente civiltà che, grazie agli scambi commerciali con i Greci, i Romani e le varie vicine popolazioni, ebbe un’ascesa sempre maggiore. In seguito furono gli Estensi, che proprio dalla città presero il nome, a erigere la prima fortificazione nel 1056, ricostruita successivamente da Umberto da Carrara nel 1340 e ampliata, infine, dai veneziani nel XV secolo.

Attraversando le possenti mura, che difendono questo angolo di paradiso, ci ritroviamo tra le immancabili e caratteristiche vie porticate, antiche chiese e palazzi, tra cui il cinquecentesco Palazzo Mocenigo, dove al suo interno si trova il Museo Nazionale Atestino con la sua eccezionale collezione archeologica preromana e romana di Este e del suo territorio e i materiali archeologici più rappresentativi della cultura dei Veneti antichi, vissuti in questa regione nel I millennio A.C.

Da vedere sicuramente è il Castello Carrarese, anche se dell’antica struttura originale ne resta ben poco dopo il passaggio di Ezzelino III da Romano, è comunque la principale attrattiva cittadina. Fu riedificato nelle imponenti forme attuali da Ubertino da Carrara, signore di Padova, nel 1339, donandogli così un ruolo fondamentale per la difesa dei domini dell’epoca dei carraresi. Nel 1887 il comune di Este acquistò l’intero complesso, destinando così gli spazi verdi interni della cinta muraria a giardini pubblici.

Il Duomo Abbaziale di Santa Tecla, costruito a partire dal 1690 sui resti di un’antica chiesa distrutta da un rovinoso terremoto, è situato nell’omonima piazza e conserva al suo interno, nell’altare maggiore, la pala di Giovanni Battista Tiepolo e, nella Cappella del Santissimo Sacramento a destra del presbiterio, il “Trionfo dell’Eucarestia capolavoro barocco di Antonio Corradini .  Villa Albrizzi venne ristrutturata nell’Ottocento ed è ricordata in quanto nell’estate del 1961, vi soggiornò Bruce Chatwin, tra le firme più celebri della letteratura da viaggio del Novecento.

  • Info Castello Carrarese
  • Località: Este - Padova
  • Indirizzo: via Guido Negri 9
  • Telefono: 0429 2085
  • Orari: dalle 8:30 alle 19:30

◊ LA BASSA PADOVANA

In questo capitolo parliamo delle città e dei luoghi caratteristici della Bassa Padovana, un territorio ricco di storie e leggende.

Dalle attività sportive più facili a quelle più articolate!


 

Dai prodotti tipici del territorio alle ricette caratteristiche!


 

Il tempo ha trasformato, modellato e segnato questa terra!


 

Un territorio ricco di biodiversità e particolarmente fragile!


 

◊ LA PROVINCIA DI PADOVA ◊

La più popolata della regione Veneto, è da sempre un territorio ricco di risorse, di prodotti enogastronomici di altissimo livello e meta di grandi artisti e liberi pensatori. E’ un’area prevalentemente pianeggiante, attraversata da numerosi corsi d’acqua e caratterizzata da cospicui paesaggi agricoli. Borghi pittoreschi, abbazie e storiche ville arricchiscono questo territorio incantato, mentre il Parco Regionale dei Colli Euganei offrirà momenti indimenticabile ai numerosi viaggiatori.

 

Miglior prezzo garantito