fbpx

Gruppo del Civetta

In questo capitolo trattiamo il Gruppo del Civetta, tra i più frequentati, imponenti e suggestivi di tutte le Dolomiti di Zoldo.

Il Gruppo del Civetta, famoso in tutto il mondo per  la maestosa “Parete delle Pareti” con i suoi  1200 metri di dislivello, separa la Val di Zoldo dall’Agordino con impressionanti pareti verticali di roccia. La vetta più alta di questo maestoso massiccio è il Monte Civetta con i 3220 metri, il quale fu conquistato per la prima volta, nel 1867, dall’inglese Francis Fox Tuckett. Tra le valli si narrano ancora oggi storie su chi conquistò per primo la cima del monte, e sembra che qualche cacciatore della zona, raggiunse la vetta qualche decennio prima, spintosi fin lassù per catturare un camoscio.

Il versante zoldano è indubbiamente meno incombente sulla valle, ma non per questo meno affascinante dal punto di vista alpinistico, la ricca rete di sentieri e vie ferrata rende la zona particolarmente interessante. Invece il versante meridionale è caratterizzato da un insieme di torri, le più famose sono la Torre Trieste con i suoi 2458 metri e la Torre Venezia con i suoi 2337 metri, situate proprio davanti al Castello di Busazza a quota 2592 metri, nel sottogruppo dei Cantoni della Busazza. Nel versante agordino si innalzano incredibili pareti rocciose, chiamate nell’ambiente alpinistico “La Parete delle Pareti” nella quale sono tracciati numerosi itinerari per arrampicare.

In fondo a questa valle, sulle sponde del Lago do Alleghe, troviamo la piccola e graziosa città di Alleghe incastonata tra le dolci acque e la stupenda cornice del Gruppo del Civetta. Questo caratteristico paese offre molte attività outdoor, ed è una meta molto ambita dai turisti stranieri che, grazie alla sua posizione strategica, offre sentieri e percorsi per ogni persona, dai più esperti alpinisti alle famiglie, inoltre, regala uno degli scenari tra i più belli al mondo.