fbpx

Chiesa di Santo Stefano

In questo capitolo trattiamo la chiesa più decorata e ammirata della città di Belluno, non perdetevi la Chiesa di Santo Stefano e Biagio.

La Chiesa di Santo Stefano, luogo intriso di spiritualità e di grandi opere, è l’edificio religioso più amato e suggestivo della città di Belluno ed è stato costruito tra il 1468 e il 1485 su progetto Giorgio Tagliapietra da Como. I battenti d’ingresso sono il frutto dello scultore bellunese Dante Moro, fusi in bronzo nel 1968, riportano svariate vicende della Bibbia, dalla creazione di Adamo ed Eva sino alla morte di Cristo. Il caratteristico campanile esibisce un grande orologio con il quadrante in pietra originale e diviso in modo bizzarro in 24 ore, in uso tedesco nel XVI secolo.

La Chiesa di Santo Stefano a Belluno

Accanto alla chiesa si apre il meraviglio Chiostro dei Serviti, in stile tardo gotico, edificio che faceva parte del convento dei Serviti, che giunsero da Treviso nel Quattrocento e furono i fautori della costruzione dell’intero complesso, che oggi è diventata la sede dell’Agenzia delle Entrate, visitabile liberamente durante gli orari d’apertura degli uffici.

Al suo interno sono conservati tesori d’arte di molti artisti tra cui troviamo la Cappella Cesa, con i suoi affreschi di Jacopo Montagnana e la Cappella dell’Addolorata, che conserva un ricco altare ligneo barocco con la statua della “Madonna dei Sette Dolori”. Inoltre, conservato al suo interno troviamo due grandi angeli reggilampada di Andrea Brustolon, uno scultore italiano protagonista del barocco veneziano, che realizzò quest’opera in legno, ma che sembra di marmo.

Cerchi altro???